IL COLLEGIO SALESIANO PAOLO VI
di Milano

Il Collegio Universitario Paolo VI è parte dell’Opera Salesiana San Domenico Savio, sorta negli anni Sessanta del secolo scorso per volontà del cardinale Giovanni Battista Montini, arcivescovo di Milano. Nel 1964 Montini, diventato Papa con il nome di Paolo VI, benedisse la prima pietra dell’Opera, che prevedeva una Parrocchia, un Oratorio e un Centro per giovani lavoratori costretti a trasferirsi lontano da casa per lavorare nelle grandi fabbriche della periferia milanese. In seguito ai mutamenti del contesto industriale e alle crescenti richieste di studenti fuori sede iscritti agli atenei milanesi, la struttura è presto diventata un Collegio universitario. Il beato Paolo VI voleva che i Salesiani di Don Bosco, con il loro stile familiare e la pratica del sistema educativo inaugurato dal loro fondatore, fossero al centro di una comunità in cui i giovani potessero coltivare amicizie profonde, crescere e confrontarsi, sostenuti nel loro percorso formativo e professionale. Questa funzione è svolta oggi da un'équipe di formatori, composta da salesiani e laici, che animano e gestiscono il Collegio con lo stesso impegno, dedizione e serietà delle origini.

vai al sito

Nel Collegio Universitario Paolo VI i protagonisti sono i giovani. Per loro il Collegio si costituisce come ambiente che, mentre offre uno specifico apporto spirituale e formativo allo studio e alla vita, si struttura in servizi a disposizione della crescita responsabile e della formazione di un sereno clima giovanile.